Messaggi del blog

Qui condividiamo la nostra esperienza

Supply Chain Excellence: come ottenerla in quattro step

Una supply base globale richiede una gestione rigorosa che si liberi dai processi manuali più tradizionali. Per questo l’adozione di software tecnologici legati al processo di approvvigionamento e alla gestione della produzione è una scelta sempre più diffusa. Affidabilità e gestione della complessità questo l’obiettivo per le grandi aziende. Ecco un approfondimento su come cercare di arginare i cambiamenti in corso.

 

 

L’interesse per un livello eccellente della catena di approvvigionamento è più che mai attuale: infatti la Supply Chain può portare enormi benefici alle aziende in termini di costi, tempistiche, efficacia ed efficienza, se compresa e ottimizzata con le corrette modalità.

In tempi in cui la certezza non esiste, le aziende prestano molta attenzione ai costi e il sourcing delle materie prime sta diventando sempre più centrale nella strategia di un’azienda. Si parla di un approccio molto più immediato per comprendere come affrontare il “new normal” dei mercati: nel periodo della pandemia infatti le aziende hanno saputo rispondere in maniera rapida alle sfide del presente avendo sempre un orizzonte a breve termine, ma quanto fatto non può essere applicabile anche per quello che riguarda la programmazione a lungo termine delle attività, non può certamente diventare un “modello”. Per questo si deve prendere quanto di buono ha portato la flessibilità e capacità di adattamento negli ultimi due anni per applicarlo ad un processo più complesso che sia in grado di gestire le variabili.

La gestione della Supply Chain ha un enorme significato nell'esecuzione di operazioni chiave: senza una Supply Chain di successo, i processi potrebbero essere rallentati e ridurre i risultati. Con le catene di fornitura in continua evoluzione, il processo di gestione è diventato una funzione dedicata.

Abbiamo individuato quali siano i quattro principali step per costruire, migliorare e ottimizzare il processo di Supply Chain fino a renderlo eccellente.

1. Digital Solution

La business agility è il presupposto di qualsiasi strategia competitiva che richieda una gestione onnicomprensiva e trasversale dei dati e processi di produzione. Questo tipo di modello aziendale eredita almeno uno dei concetti fondamentali su cui si basano i mercati: rispondere al cambiamento in modo veloce, rendendo agile quello che è complesso. La logistica, per definizione, integra tutti i processi che governano i flussi dei materiali ed informazioni dall’origine (i fornitori) alla destinazione finale (i clienti) e pertanto più di altri può trarre beneficio dalla system integration: cioè avere la capacità di avere l’intero processo in una sola vista di sistema.

2. Trasformazione aziendale orientata al cliente

Avere una struttura aziendale flessibile: questo è stato importante nel periodo pandemico sia per quanto riguarda la prontezza nella reazione ai momenti di difficoltà sia per rispondere in maniera rapida a momenti di crescita. Questa capacità deve essere mantenuta nei periodo più statici e deve essere sfruttata per avvicinarsi ancora di più al cliente e alle sue esigenze di personalizzazione dei prodotti.

3. AI, tracciabilità e trasparenza: la nuova Supply chain passa da qui

Oggi il valore competitivo di un’azienda è il frutto delle performance di tutti gli attori coinvolti nella catena produttiva. Alla base di un sistema di successo ci deve essere gestione “smart”: l'applicazione dell'intelligenza artificiale (AI) è un modo in cui i professionisti della Supply Chain stanno risolvendo problemi chiave e migliorando le operazioni globali. L'apprendimento automatico viene usato per identificare i modelli e i fattori influenti nei dati della catena di approvvigionamento con algoritmi basati su dati storici. Un approccio matematico in cui il risultato di ogni decisione è vincolata ad una serie di dati che presuppongono un grado di trasparenza totale. Questa modellazione ricca permette ai responsabili del magazzino di prendere decisioni molto più “istruite” sulle scorte di magazzino e sulle necessità legate alla produzione.

4. Simulazione previsionale

Gli strumenti avanzati per inventory management e la supply chain per il controllo delle scorte sono strumenti per soddisfare le priorità competitive dell’organizzazione per migliorare le prestazioni. L’automazione dei processi logistici e il progresso delle nuove tecnologie favoriscono il collegamento continuo tra mezzi, prodotti e operatori della catena di approvvigionamento, offrendo così una notevole quantità di dati in tempo reale. Il big data sfrutta queste informazioni in modo da migliorare tutti i processi e di reagire con più rapidità a circostanze e situazioni impreviste, possibili contrattempi ed eventuali variazioni del mercato.

In un contesto altamente volatile ed a tratti imprevedibile l’approccio di GIB consiste in una combinazione di strumenti volti ad avvicinare una previsione strategica agli aspetti più operativi con l’intento di aumentare la reattività quando si tratta di prendere delle decisioni riguardanti i processi di Supply Chain.

La soluzione di GIB prevede quattro fasi APEO (Analisi, Pianificazione, Esecuzione e Ottimizzazione) che permettono di approcciare le previsioni basate su serie storiche in modo automatizzato, trasparente e consensuale. L’obiettivo è passare dalla previsione alla simulazione fino all’effettiva produzione in base alle disponibilità sul piano di approvvigionamento. L’utilizzo ricorrente della metodologia APEO, il supporto di indicatori chiave in grado di stabilire le performance ed esprimere il potenziale di miglioramento, consentono ai clienti GIB di fruire degli elementi necessari per rivedere repentinamente le proprie strategie ed applicare tempestivamente le disposizioni operative ad esse correlate.

L’implementazione delle soluzioni GIB certificate per ambienti SAP ERP ed S/4HANA permette una corretta gestione del flusso delle informazioni riguardanti gli approvvigionamenti lungo tutta la Supply Chain andando ad eliminare le inefficienze dovute alla mancanza di coordinamento. Tale approccio consente di ottenere previsioni molto precise e allo stesso tempo altamente affidabili, sia sul breve, sia sul lungo termine.

Partecipa al nostro webinar del 7 aprile con il nostro esperto Diego Corsanini per avere una panoramica completa. Il tema del prossimo evento sarà “Ottimizzare SAP per competere in mercati ad alta volatilità della domanda”.

Vi supportiamo nella pianificazione e nel controllo della tua Supply Chian.

Semplificazione, automatizzazione e ottimizzazione della Supply Chain con l'add-on nativo in sap.

Una sola piattaforma, migliori prestazioni per il tuo SAP ERP.

Inviaci un'e-mail

Visitateci

Contattateci

Call us